Frantoio

Il nostro Frantoio unisce il meglio del metodo tradizionale, al meglio della tecnologia dell’estrazione a freddo.
Utilizziamo da anni il metodo di estrazione Sinolea® : che permette di estrarre con grandissima delicatezza l’olio dall’impasto.
Il prodotto ottenuto è un prodotto di grande qualità eccezionale che e conserva le componenti più delicate dell’oliva.
Solo dopo la prima estrazione con Sinolea noi estraiamo l’olio restante nel mosto d’olive utilizzando un separatore centrifugo, aggiungendo una quantità minima di acqua in modo da preservare le qualità organolettiche del nostro frutto.
Per far si che l’olio conservi invariate le sue caratteristiche noi cerchiamo di ottimizzare al meglio anche la fase di conservazione e imbottigliamento.

JPP_1471-n1200

Il metodo Sinolea®, brevettato da Rapanelli Fioravante S.p.A.,

è un procedimento a freddo, senza alcuna pressione o aggiunta d’acqua, grazie a un fitto pettine di lamelle che muovendosi lentamente nell’impasto raccolgono ad ogni passaggio una piccola quantità d’olio.
La Sinolea, sfrutta un nuovissimo sistema di estrazione la cui caratteristica peculiare è lo sgocciolamento naturale a freddo che ci consente di ottenere oli extravergini di qualità superiore.
Tutti gli studi fatti oggi sulla qualità dell’olio di oliva dimostrano che l’alta temperatura e l’utilizzo dell’acqua nel processo estrattivo sono punti negativi che incidono abbassando il livello qualitativo dell’olio.
Il principio del metodo Sinolea è spiegabile attraverso un semplice esperimento: mischiando acqua e olio è possibile separare i due liquidi semplicemente immergendo una lama d’acciaio nel mosto oleoso facendo poi sgocciolare la lama sporcata di olio in un altro contenitore fino alla completa separazione dei due liquidi.
È facile intuire come i polifenoli e gli antiossidanti naturali, che sono i primi responsabili della qualità dell’olio e che per loro natura sono anche i primi a diminuire in seguito a sollecitazioni sia termiche che meccaniche, rimangono tutti nell’olio così separato.
L’innovazione del brevetto Sinolea, di semplicità estrema, consiste nell’introdurre nella pasta, durante la gramolatura, delle lamelle d’acciaio inossidabile che, col moto alternato continuo, permettono l’adesione dell’olio alle lamelle; successivamente, le gocce cadono per gravità all’atto della fuoriuscita delle lame dall’impasto.
Negli estrattori Sinolea il “percolamento” è accelerato da una serie di lamelle disposte radialmente a pettine, le quali si muovono nelle guide della parete filtrante, con un moto alternato e con un continuo rimescolamento della pasta..
È facile comprendere come il basso numero di giri e l’assenza totale di riscaldamento nella fase dell’ estrazione, garantisce alle caratteristiche organolettiche del prodotto, costanza ed invariabilità.